RSS

Sudafrica, la misteriosa morte del tassista trascinato per strada dall’auto della polizia

01 Mar

(4)SOUTH AFRICA-JOHANNESBURG-CHINESE KILLED

Tassista ammanettato e trascinato per la strada dall’auto della polizia muore in ospedale. L’intera sequenza è stata ripresa dal cellulare di uno dei passanti vicino a una strada nella provincia sudafricana del Gauteng. Una scena che ha dell’incredibile e che sta indignando tutto il Sudafrica. Nel video si vede un giovane mozambicano di 27 anni, riconoscibile nella folla dalla maglietta rossa, che viene fermato dalle forze dell’ordine, in seguito ammanettato dietro al furgone della polizia e poi trascinato via dal pick-up per 500 metri lungo la strada. Non è chiaro cosa abbia fatto degenerare la situazione. L’uomo è morto poco dopo.

DIVIETO DI SOSTA – Legato dietro al furgone e trascinato lungo le strade della township di Daveyton, periferia a est di Johannesburg, fino alla stazione di polizia. È successo martedì sotto gli occhi di numerose persone. Come riferisce il portale iAfrica, il giovane identificato come Mido Macia, un tassista originario del Mozambico, sarebbe stato arrestato in seguito a un divieto di sosta: avrebbe parcheggiato in una zona non consentita, creando un ingorgo stradale, e avrebbe opposto resistenza all’arresto. Il giovane è stato trovato morto poco dopo nella cella della stazione di polizia dove era stato trascinato e, secondo la stampa locale, sarebbe stato inoltre picchiato, presumibilmente dagli agenti di polizia. L’autopsia ha infatti rivelato che è deceduto in seguito alle ferite alla testa che hanno provocato un’emorragia interna.

BRUTALITÀ – Le autorità hanno aperto un’inchiesta: «Indaghiamo su un incidente che coinvolge il decesso di un uomo, apparentemente a opera di poliziotti», ha spiegato il portavoce delle forze dell’ordine. Il capo della polizia, Riah Phiyega, si è detto «profondamente scosso» dal video diffuso dal giornale Daily Sun. Le immagini, nel frattempo, stanno suscitando forti polemiche nel Paese. Nel video si sentono alcuni passanti gridare: «Stiamo filmando tutto, cosa ha fatto quest’uomo?». In Sudafrica è nota la eccessiva brutalità usata dalla polizia. Questo non è un caso isolato, denuncia Amnesty International: in 12 mesi ci sono state 920 denunce per gravi aggressioni da parte dei poliziotti e 294 decessi in carcere.

Fonte: Corriere.it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 1 marzo 2013 in Uncategorized

 

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: