RSS

Archivi tag: google africa

Google, satelliti per l’Africa

google-earth-5-screenshot-300x185

Google sembra pronta a spendere più di 1 miliardo di dollari per una serie di satelliti da utilizzare per estendere la copertura di Internet alle regioni del Globo al momento non connesse.

Il progetto si aggiunge agli altri già portati avanti da Mountain View per connettere l’Africa in particolare, dove le infrastrutture per la connessione a Internet non sono economicamente sostenibili. Prima di questo nuovo annuncio, per esempio, Google aveva presentato Project Link, progetto dedicato al Ghana, mentre Project Loon sta acquisendo sempre più concretezza.

Non si conoscono ancora i dettagli del nuovo programma satellitare di Google, ma alcune fonti affermano che potrebbe arrivare a costare fino a 3 miliardi di dollari e prevedere il lancio di più di 180 satelliti.

Inoltre, sembra che al progetto lavorerà una squadra tra le 10 e le 20 persone guidate da Greg Wyler, già fondatore della startup dedicata alla comunicazione via satellite 03b, recentemente passato nella scuderia di Mountain View insieme al suo CTO e a diversi altri ingegneri del settore aerospaziale.

Fonte: Il Punto Informatico

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 5 giugno 2014 in Uncategorized

 

Tag: , ,

Google investe 12 milioni di dollari sul fotovoltaico in Africa

google_africa_fotovoltaico

Google investe per la prima volta nelle energie rinnovabili in Africa: ha finanziato con 12 milioni di dollari un impianto solare fotovoltaico da 96 Megawatt all’interno del Jasper Power Project in Sud Africa.

È situato in un’area con un elevato tasso di disoccupazione e una volta completato fornirà elettricità a circa 30mila abitazioni. Di recente il colosso di Mountain View ha eseguito anche test sul territorio sudafricano per espandere l’accessibilità delle comunicazioni wireless in banda larga.

Finora l’impegno maggiore di Google nelle energie pulite è stato di 280 milioni di dollari in SolarCity: è un’azienda californiana che incoraggia la diffusione di impianti solari fotovoltaici tra i cittadini. Ha come amministratore delegato Elon Musk, il vulcanico imprenditore a capo anche di Tesla Motors. Da poco SolarCity ha ottenuto 500 milioni di dollari da Goldman Sachs che vuole raggiungere il traguardo di 40 miliardi di dollari investiti in rinnovabili nel prossimo decennio.

Fonte: Il Sole24ore

 
1 Commento

Pubblicato da su 3 giugno 2013 in Uncategorized

 

Tag: , ,

Google, Wi-Fi in Africa diffuso con palloni aerostatici

google_blimp

Google non si accontenta di essere il re dei motori di ricerca. BigG punta a rendere il mondo sempre più connesso e per farlo ha in mente la costruzione di nuovi network nell’ Africa sub-sahariana e nelSudest asiatico. Un progetto per il quale Mountain View avrebbe previsto perfino la creazione di una sorta di dirigibili in grado di coprire con connessioni wireless vaste aree da grandi altezze, come racconta il Wall Street Journal.

Scopo dell’iniziativa sarà fondamentalmente rendere possibile la connessione a Internet a nuovi utenti, ma anche migliorare la velocità della Rete nei centri urbani. Per farlo Google starebbe lavorando a un sistema di microprocessori e smartphone Android low cost, abbinanti a palloni volanti per trasmettere il segnale, come componenti delle nuove infrastrutture di Rete. A questo, BigG avrebbe abbinato una serie di trattative con società di telecomunicazioni locali per dar vita al progetto, che in parte prevederebbe anche l’utilizzo delle onde radio riservate alle trasmissioni televisive per i nuovi network. In questo modo infatti, precisa Wired Uk, sarebbe possibile sfruttare onde a frequenza più bassa che possono essere trasmesse più facilmente attraverso gli edifici e su lunghe distanze.

“Si tratta di una tecnologia adatta a fornire la connettività a basso costo per le comunità rurali con scarse  infrastrutture per le telecomunicazioni, e per ampliare la copertura della banda larga senza fili in aree urbane densamente popolate”raccontavano in proposito da Google un paio di mesi fa illustrando il caso-studio in Sudafrica. Quest’ultimo è un sistema che identifica le frequenze Tv che non sono utilizzate e le rende disponibili per la Rete. In particolare quello di Cape Town è un sistema che conta una stazione base per trasmette il segnale a punti di accesso wireless di alcune scuole disposte a km di distanza.

Oltre a rendere possibile la connessione al Web di nuovi utenti l’iniziativa di Google potrebbe beneficiare lo stesso investitore. Più connessioni infatti significherebbero più utenti potenziali per Big G e i suoi servizi, fa notare il Wall Street Journal.

Fonte: daily.wired.it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 29 Maggio 2013 in Uncategorized

 

Tag: , ,

Gmail, messaggi per l’Africa

Google Africa

La Grande G annuncia un servizio gratuito per tutti gli utenti di Ghana, Nigeria e Kenya. Anche in totale assenza di connessione si potranno ricevere i propri messaggi di posta elettronica, in formato SMS su qualsiasi telefono.

Cogliere al volo un’offerta di lavoro, ricevere fotografie, comunicare con i propri amici lontani. Solo alcune tra le innumerevoli funzionalità di un messaggio di posta elettronica. Ma cosa succede se non si hanno possibilità di connessione? Se la banda non riesce a garantire il traffico all’interno dei vari servizi email? Interrogativi posti dal gigante Google in un nuovo post pubblicato sul suo Africa Blog.

Gmail SMS è il nuovo servizio annunciato da BigG per tutti gli utenti in Ghana, Nigeria e Kenya. Che potranno ora visualizzare i propri messaggi di posta elettronica attraverso brevi messaggi di testo. E sarà possibile farlo su qualsiasi tipologia di telefono, anche se non connesso alle reti wireless o 3G.

“Gmail SMS funziona su qualsiasi telefono – spiega Geva Rechav, product manager di Google per la divisione mercati emergenti – anche quelli più basilari che supportano soltanto i servizi voce e SMS”. In sostanza, la piattaforma di posta elettronica della Grande G provvederà ad inviare i singoli messaggi in formato SMS, con la possibilità offerta agli utenti africani di rispondere nella stessa modalità.

Fonte: Punto Informatico

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 luglio 2012 in Uncategorized

 

Tag: , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: